Al momento stai visualizzando Torino:  Manifestazione per i bambini strappati

Torino: Manifestazione per i bambini strappati

Contro lo scandaloso convegno pro affido.
Si vuole scardinare la Legge Allontanamento Zero?

Torino. L’Associazione Nazionale Famiglie Insieme per i Diritti Umani (ANFIDU) aderisce alla manifestazione per i bambini strappati del 28 gennaio 2023 “Decisioni Sbagliate, Vite Spezzate” organizzata dal Comitato Uniti per i Bambini con la partecipazione di altre associazioni a Tutela dell’Infanzia. Il primo presidio si terrà il 28 gennaio 2023 alle ore 10.00 presso il Centro Polifunzionale P. G. Ferrero in via Santa Maria 27 a Moncalieri.

A meno di tre mesi dall’approvazione della Legge Regionale “Allontanamento zero. Interventi a sostegno della genitorialità e norme per la prevenzione degli allontanamenti dal nucleo famigliare d’origine”, alcune realtà piemontesi stanno promuovendo un’iniziativa che favorisce l’affido fuori famiglia? In base a quanto riportato dalla locandina, il progetto dal titolo “Aggiungi un Posto in Famiglia, Accoglienza di un Bambino in Affido” è organizzato da Storia Nova e dalla Cooperativa Sociale E.T. Tra gli aderenti: C.I.S.A. 31, C.I.S.A. 12, A.S.L. Torino 5, Unione dei Comuni di Moncalieri Trofarello La Loggia, Servizi Socio Assistenziali del Chierese. La locandina parla di un progetto nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Si va in una direzione totalmente opposta a quanto indicato dalla Legge. Invece di lavorare per la prevenzione degli allontanamenti, si sostiene la formazione di famiglie affidatarie. Perché invece non migliorare le competenze dei servizi per aiutare le famiglie a casa loro?

In considerazione della triste e deplorevole manifestazione da parte di alcuni assistenti sociali contro la Legge Allontanamento Zero, il sospetto che sia in atto un tentativo di affossare e far fallire la Legge è più che fondato. Vorremmo anche sapere chi finanzia quest’iniziativa?

Facciamo anche notare che l’iniziativa si tiene a Moncalieri, dove si trovava la sede storica del Centro Studi Hänsel e Gretel il cui fondatore era lo psicologo Claudio Foti. A pensar male si fa peccato ma spesso ci si indovina.

Abbiamo scritto una lettera per chiedere spiegazioni ai Sindaci dei Comuni interessati e saremo presenti assieme ai genitori piemontesi a cui sono stati strappati i figli.

Associazione Nazionale Famiglie Insieme per i Diritti Umani (ANFIDU)

Torino. Manifestazione per i bambini strappati.
La locandina della Manifestazione
L’iniziativa contestata dai genitori e dalle famiglie

Questa è la mail che abbiamo spedito ai sindaci dei comuni interessati:


Spettabile Sindaco del Comune di (in ordine alfabetico) Candiolo sindaco.boccardo@comune.candiolo.torino.it Carignano giorgio.albertino@comune.carignano.to.it Carmagnola segreteria.sindaco@comune.carmagnola.to.it Castagnole P. te sindaco@comune.castagnolepiemonte.to.it Chieri segreteria.sindaco@comune.chieri.to.it La Loggia romano@comune.laloggia.to.it Lombriasco sindaco@comune.lombriasco.to.it Moncalieri segreteria.sindaco@comune.moncalieri.to.it Nichelino sindaco@comune.nichelino.to.it None sindaco@comune.none.to.it Osasio osasio@ruparpiemonte.it Pancalieri sindaco@comune.pancalieri.to.it Piobesi T.se sindaco@comune.piobesi.to.it Trofarello sindaco@comune.trofarello.to.it Villastellone info@comune.villastellone.to.it Vinovo sindaco@comune.vinovo.to.it
Cc: Ill.mo Presidente della Regione Piemonte Dott. Alberto Cirio presidenza@regione.piemonte.it Ill.mo Assessore alle Politiche della Famiglia e dei Bambini Dott.ssa Chiara Caucino assessore.caucino@regione.piemonte.it Ill.ma Garante dell’Infanzia e Adolescenza Avv. Ylenia Serra garante.infanzia@cr.piemonte.it  

Spettabile Sindaco, come Associazione Nazionale Famiglie Insieme per i Diritti Umani (ANFIDU) siamo preoccupati per l’iniziativa dal titolo “Aggiungi un Posto in Famiglia, Accoglienza di un Bambino in Affido” organizzato da Storia Nova e dalla Cooperativa Sociale E.T. Tra gli aderenti sono annoverati: C.I.S.A. 31, C.I.S.A. 12, A.S.L. Torino 5, Unione dei Comuni di Moncalieri Trofarello La Loggia, Servizi Socio Assistenziali del Chierese. La locandina parla di un progetto nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

A meno di tre mesi dall’approvazione della Legge Regionale Allontanamento zero. Interventi a sostegno della genitorialità e norme per la prevenzione degli allontanamenti dal nucleo famigliare d’origine, le realtà piemontesi indicate qui sopra stanno promuovendo un’iniziativa sull’affido fuori famiglia? A nostro avviso appare evidente che si va in una direzione totalmente opposta a quanto indicato dalla Legge. Invece di lavorare per la prevenzione degli allontanamenti, si sostiene la formazione di famiglie affidatarie. Perché invece non migliorare le competenze dei servizi per aiutare le famiglie a casa loro?

Vorremmo sapere qual è la posizione della Sua amministrazione comunale in merito, se è consapevole che questa iniziativa potrebbe dare un segnale opposto a quello della Legge e se è a conoscenza di iniziative organizzate nel Suo Comune volte a favorire l’implementazione della Legge Allontanamento Zero?

Cordialmente,  

Paolo Roat
Presidente Associazione Nazionale Famiglie Insieme per i Diritti Umani (ANFIDU) www.anfidu.it  

Roma, 21 gennaio 2022